Vauro

VauroVauro Senesi, noto semplicemente come Vauro (Pistoia, 24 marzo 1955), è un disegnatore, editore, personaggio televisivo e attore italiano. È tra i vignettisti satirici più conosciuti in Italia… [continua su it.wikipedia.org]

Contatto: scrivimi

Disegnatore e autore satirico, giornalista, scrittore, collabora stabilmente con Il Fatto Quotidiano, Left, storico collaboratore delle trasmissioni tv Annozero e Servizio Pubblico di Michele Santoro con Marco Travaglio. Nato a Pistoia nel 1955, ha iniziato la sua attività nel 1977, fondando con Pino Zac «IL MALE», rivista cult della satira italiana, che ha fatto risorgere con la complicità di Vincino. Ha lasciato il segno su molte testate, da «Satyricon» a «Cuore», da «Smemoranda» a «Boxer», dal «Manifesto» al «Corriere della sera». Ha pubblicato, tra l’altro, “Kualid che non riusciva a sognare”, “La scatola dei calzini perduti” (Premio selezione Bancarella 2010), “Farabutto”, “Il respiro del cane”, “Critica della ragion satirica”, “Storia di una professoressa”, “Toscani innamorati”, “Buongiorno professoressa“… Sempre con la casa editrice Piemme nel 2015 è uscita l’antologia “Tutto Vauro“, raccogliendo oltre 1300 vignette per festeggiare “sessant’anni di età, quaranta di carriera.”

Libri

Mille e non più 1000, con Massimo Bucchi. Daga ed., 1989
La satira alla guerra. Manifestolibri, 1991
Vita e morte della DC. Manifestolibri, 1992
Foglio di via. Manifestolibri, 1994
Droghe leggere. Nuovi Equilibri, 1994. ISBN 8872261651 (Testo online)
Il papa è morto. Baldini Castoldi Dalai editore, 1997. ISBN 888089286X
La satira dopo l’Ulivo. Il meglio dello svignettamento di Vauro. Datanews, 1998. ISBN 8879811053
L’ulivo santo. Massari, 1999
L’ONU santo: 120 vignette della serie non ci resta che ridere. Massari, 1999. ISBN 8845701514
Afghanistan anno zero, con Giulietto Chiesa. Guerini, 2001. ISBN 8883352424
Appunti di guerra. Pensieri e vignette di un mese sotto le bombe. Terre di Mezzo Editore, 2001. ISBN 8888424121 (Premio Pieve – diario del presente, 2002)
Premiata macelleria Afghanistan. Vignette dalla guerra. Zelig, 2002. ISBN 8887291721
Sciusciò. Dal Raggio Verde a Sciuscià edizione straordinaria, con Sandro Ruotolo. Zelig, 2002. ISBN 8887291861
Scuolabus, con Geraldina Colotti. MC, 2003. ISBN 8888432094
Principessa di Baghdad. Guerini e Associati, 2003. ISBN 888335432X
Come non sopravvivere a un altro anno di merda, con Johnny Palomba. 2004. ISBN 8838475199
Antologica 1993-2002. Squilibri, 2004, ISBN 8889009063
I peggiori crimini del comunismo, con Giulietto Chiesa. Piemme, 2004. ISBN 8838481296
Il NostraVaurus, con Johnny Palomba. Piemme, 2005. ISBN 883846197X
Papeide. Un papa tira l’altro. Piemme, 2006. ISBN 8838486786
Clandestino. 20 anni di vignette sull’immigrazione. Terre di Mezzo Editore, 2006. ISBN 8889385715
Il libretto rosso, ovvero La cazzata Potiomkin, con Giulietto Chiesa. Piemme, 2006. ISBN 8838486697
Kualid che non riusciva a sognare. Piemme, 2007. ISBN 9788838468483
Il mago del vento. Piemme, 2008. ISBN 9788856602029
La destra, la sinistra, la Chiesa, Manifestolibri, 2009, ISBN 9788872855768
Italia Anno Zero, con Marco Travaglio e Beatrice Borromeo. Chiarelettere, 2009. ISBN 9788861900516
Sangue e cemento, con Marco Travaglio. Editori Riuniti, 2009. ISBN 9788835980100
La scatola dei calzini perduti. Piemme, 2009
Farabutto. Piemme, 2010 ISBN 9788856614527
● Gianpiero Caldarella (a cura di), Le rughe sulla frontiera. Lampedusa: restiamo umani!, Navarra Editore, Palermo, 2011. ISBN 978-88-95756-59-2
Il respiro del cane, Piemme, Milano, 2011. ISBN 978-88-566-1032-1
Sciacalli. Satira per tempi di merda, Piemme, 2012, ISBN 978-88-566-3113-5
Critica della ragion satirica, Piemme, 2013, ISBN 978-88-566-3258-3
Storia di una professoressa, Piemme, 2013, ISBN 978-88-566-2675-9
Toscani innamorati, Piemme, 2014, ISBN 978-88-566-4055-7
Tuttovauro (antologia) Piemme, 2015, ISBN 978-88-566-5004-4
Buongiorno professoressa, Piemme, 2016, ISBN 978-88-566-5641-1


vaurosenesi.it
sito ufficiale

Annunci