Articoli

L’intervista integrale di Corrado Formigli a Michele Santoro: “Il nostro maggiore nemico è la guerra” — Piazza Pulita La7, VIDEO

31 marzo 2022 — Piazza Pulita, l’intervista integrale di Corrado Formigli a Michele Santoro: “Voglio che Putin venga processato, ma il nostro maggiore nemico non è lui, è la guerra. Spieghiamo ai bambini cosa è successo anche nelle guerre giuste, parliamogli dei civili morti a Dresda, Hiroshima, Nagasaki”


FONTE: LA7

LEGGI ANCHE:

Guerra Russia-Ucraina, tutte le vignette di Vauro
Santoro: “Lettera al segretario del PD”
Vauro: “Lettera aperta al presidente Putin”
L’ULTIMA vignetta di Vauro
Vauro SHOP (disegno originale, esemplare unico)

5 risposte »

  1. Le guerre giuste. Le guerre preventive giuste(inclusa, perché in effetti come viene descritta dal suo esecutore altro non è che una rielaborazione di questo concetto, quella attuale russo/Ucraina). Gli assi e imperi del male. Iraq, Serbia, Afghanistan, Libia, Conflitti del terzo mondo, Israele Pace in Galilea, Enduring War, Kim, Saddam, Gheddafi, Repubblica Islamica Iraniana, e chi più ne ha più ne metta. Alla fine, il solito bagno di sangue, fuoco, distruzione, massacro di civili inermi, governi fantoccio susseguente corrotti e peggiori dei precedenti, e la scoperta, a conflitto finito, delle inquietanti connessioni e accordi e intrighi sottobanco proprio con i “liberatori” prima della guerra che hanno favorito e consentito l’agire dei governi”cattivi”, solo per opportunismo del momento.
    Prassi classica degli eroi del contemporaneo dal 1991 ad oggi.

    Mio Fratello Aviatore…

    "Mi piace"

  2. Ma quanta ipocrisia! Fermo restando che l’ intervento della Nato in Libia, dopo circa 10 giorni di bombardamenti continui da parte di Francia e Regno Unito, fu sciagurato, invece di sparare sentenze andate a chiederlo al popolo bosniaco e ai kosovari cosa ne pensano dell’ intervento della Nato o credete che preferivano i boia fascisti/razzisti Slobodan Milosevic, Ratko Mladic, Radovan Karadzic; probabilmente i bosniaci sono un po incazzati con la UE e con la Nato e perché?; Perché intervennero troppo tardi lasciando ai serbi (e pure ai croati) tutto il tempo per i loro massacri e per i loro stupri di massa di cui si vantavano alla TV serba; o ve lo siete dimenticato? Riguardo all’ Iraq si possono e si devono ricordare tante cose; Saddam Hussein ne fu il dittatore assoluto dal 1979 al 2003, responsabile dell’ uccisione di circa 250 mila iracheni, secondo Human Rights, iniziatore della guerra contro l’Iran dal 1979 al 1988; bilancio: circa 1 milione di morti; per che cosa? Saddam Hussein gassificò i Curdi; bilancio; circa 5 mila morti istantanei più circa 20 mila intossicati, per lo più con danni permanenti. Poi l’invasione del quasi disarmato e filo sovietico Kuwait di cui Saddam annunciò la “totale e irreversibile annessione” rivendicandone l’ “appartenenza storica” al territorio iracheno (così come fa Putin riguardo alla Crimea, al Donbass e in generale a tutta l’ Ucraina da denazificare). Non avendo risposto all’ ultimatum dell’ ONU una coalizione di 35 Stati (non la Nato) tra i quali, oltre agli USA , il RU, la Francia, l’Italia, ecc, e molti Stati arabi attaccò e respinse l’ esercito invasore iracheno, senza però arrivare a Baghdad e senza deporre Saddam Hussein che rimasto al potere inizio una feroce repressione contro gli oppositori; bilancio: circa 60 mila morti secondo Human Rights. La seconda guerra del Golfo dall’ agosto 1990 al febbraio 1991 (senza la cosiddetta pistola fumante) fu sciagurata, non tanto per la deposizione di Saddam Hussein, bensì per le conseguenze; in poche parole; l’Iraq nel caos, lasciato nelle mani dei fondamentalisti islamici, da Al Quaeda (o come si scrive) all’ ISIS. Saddam Hussein fu condannato a morte, ufficialmente per la strage di Dujail, ma di crimini ne aveva commessi ben altri; é vero che il filmato della sua impiccagione fu un macabro spettacolo, ma piagnucolare su Saddam Hussein non mi sembra proprio il caso. Quanto all’ Afghanistan sarebbe necessario risalire all’ invasione sovietica dal 1979/80 al 1989 contro il governo del Partito Comunista Afghano con tutto il caos (di cui pure gli USA hanno responsabilità) che ne seguì fino alla proclamazione dell’ Emirato talebano. Sugli interventi della Nato non mi esprimo; potete trovare facilmente le opinioni di uomini e donne afghani, persone comuni, letterati/e, artisti/e sul “faremo come voi” del signor Biani; certamente sono sicuro che non corrispondono a quelle dei capi delle comunità patriarcali. Il signor Santoro e il signor Senesi hanno inviato una lettera rispettivamente al PD e al signor Vladimir Putin. Bene, immagino quali effetti farà la lettera al signor Putin, magari la passerà al suo politologo nazi/razzista A. Dugin. A me del PD e dei sinistri-sinistri; non sinistri-non sinistri non importa niente; sono tutti, tutti traditori. Io sono un vecchio berlingueriano e per me tutti quelli venuti dopo Berlinguer e Occhetto sono tutti traditori, in primo luogo della Costituzione per la quale mio padre combatté per quasi 2 anni contro chi? Contro gli invasori nazisti e i loro criminali fantocci fascisti. Cosa dovevano fare mio padre e gli altri partigiani? arrendersi e arruolarsi nell’ esercito repubblichino? Dovevano rifiutare le malvage armi paracadutate dai malvagi aerei americani? NO, NO, NO non lo fecero, resistettero e ammazzarono tanti tedeschi e tanti fascisti. Fecero male? Fanno male i resistenti ucraini a resistere contro i massacri e le devastazioni causate dai russi? Parlate dei resistenti ucraini come se fossero solo il battaglione Azov; perché non parlate delle altre milizie, pure loro di estrema destra, nazionaliste filorusse. Non ci credete o non ci volete credere; allora andate a leggere i report di Amnesty International (cosa é; della Nato?) e dell’ONU. Perché non parlate pure delle due invasioni della Cecenia, dell’ invasione della Georgia, dell’ intervento di Putin nell’Abkazia, nel Nagorno Karabakh, in Siria, in Libia? O vi fa schifo parlarne? Non siete il partito della pace, solo l’ultima mossa di chi ha smarrito la strada, una scatola vuota, fuori tempo, che rischia di macerarsi e che ha visto nella guerra in Ucraina l’occasione per rialzare la testa e dare un senso alle proprie inquietudini, la pelle e le viscere di una sinistra-sinistra-non sinistra-non sinistra sopravvissuta a se stessa, con il desiderio di immergersi nel Novecento, come se il tempo non fosse passato, riscoprendo mappe consumate e in gran parte inutili, ma comunque rassicuranti, magari solo per sapere da che parte stare. È quell’abitudine a rinnegare l’Occidente, i suoi valori, con un certo scetticismo verso la libertà e la democrazia all’americana, accontentandosi di viverci dentro, con il mal di pancia di chi per buona sorte non ha mai vissuto a Mosca o Pechino, sognando sempre un altrove, indefinito, da raggiungere qui e subito, senza sforzarsi di fare i conti con la realtà, sporcandosi le mani per cambiare l’Occidente un passo alla volta. È il no alla Nato dei Petrocelli e dei Fratoianni, che non dicono di lasciare l’alleanza militare, ma ci vogliono stare disarmati, come se l’Italia fosse una Svizzera solo un po’ più furba. È la bella trovata della difesa a costo zero. La neutralità con i soldi degli altri. È come l’energia gratis. È la decrescita felice. È la nuova (vecchia) sinistra che mette tra parentesi il PD, con i grillini che fanno l’arcobaleno con i reduci del post comunismo. E ditemi, quante lettere, quanti ramoscelli di olivo, quante bandiere arcobaleno, quante trattative farsa (perché quelle che fanno i russi sono trattative farsa; ogni volta ribadiscono: l’operazione militare speciale, compresi morti e distruzioni, andrà avanti fino al raggiungimento degli obiettivi prestabiliti) hanno mai fermato una guerra e/o una invasione? Il patto di Monaco? Perché nessuno voleva morire per i Sudeti e/o per Danzica? Il patto Ribbentrop/Molotov? Vi ricordate cosa successe dopo? Dovreste ricordarvelo. Che poi il signor Senesi faccia vignette per quel giornalaccio del diffamatore seriale Travaglio, feroce anticomunista, leghista, prima di diventare il trombone del trombone Beppe Grillo con il quale é corresponsabile diretto del più grave disastro ambientale provocato in Italia (la “bufalite xylella) la dice tutta.

    "Mi piace"

  3. Ho sentito che il signor Santoro dice che se si dovesse processare Putin si dovrebbe processare pure Bush. Benissimo; d’accordo. E come si fa? Me lo spiega il signor Santoro come si fa? O il suo é solamente menare il can per l’aia, mentre in Ucraina i bombardamenti, le distruzioni continuano e i morti dovuti alla follia di Putin aumentano. Il signor Santoro mi sa dire cosa c’entra Bush con quello che succede OGGI? Con le sua sparate é solo un giustificazionista, un né, né, un si però…un andiamo alle origini…e allora andiamoci, però a quelle vere non a quelle che a ciascuno fanno comodo. Poi il signor Santoro parla di bambini bruciati vivi a Bagdad; per quanto abbia cercato non ho trovato nessuna fonte; l’unica fonte che parla di bruciati vivi é il libro del signor Formigli “Il falso nemico” uscito nel 2016 dove si parla di persone morte nel rogo di un centro commerciale a Bagdad, però in quelle due o tre righe non si parla di americani; nelle righe immediatamente precedenti si parla di Al Quaeda. E’ questa la fonte del signor Santoro? Il signor Formigli ha scritto quello che ha scritto; se voleva attribuire quel rogo alla responsabilità degli americani avrebbe dovuto scriverlo chiaramente. Poi naturalmente non so se a voce il signor Formigli si sia espresso più chiaramente. Se queste sono le prove (a meno che il signor Santoro ne abbia altre) allora il signor Formigli e il signor Santoro denuncino Bush e i comandi militari Usa al Tribunale internazionale dell’Aja insieme al signor Erdogan che di curdi ne ha bruciato parecchi e al signor Putin che ha autorizzato l’uso di bombe al fosforo in Ucraina. Le sembra un proposta ragionevole signor Santoro o no?

    >

    "Mi piace"

  4. Blablabla !!!
    Dimmelo tu “compagno” Stanzani cosa dobbiamo fare!!
    Fin dove dobbiamo arrivare per consegnare L’Ucraina alle “democrazie” dirette dai Lobbisti invece che agli Oligarchi, fino ad oggi slecchinati, nelle pieghe delle “nostre democrazie libere ma fino a un certo punto”?????

    "Mi piace"

  5. Testimoni di Irkutsk: fedeli nonostante le aggressioni

    https://www.jw.org/finder?wtlocale=I&docid=702022045&srcid=share

    Alla cortese attenzione di Vauro

    Gentilissimo, ho seguito l’ultima parte di controcorrente su rete 4. Mi ha colpito il fatto che lei sostenga che ormai tutti quanti pensiamo che Putin sia cattivo e altrettanto il popolo russo. Io non la penso affatto così, ho conosciuto persone splendide in Russia come in Ucraina. Ma è un dato di fatto che la Russia, in quanto Paese e non il popolo in generale, nonché Putin, non hanno nessun rispetto non solo per le persone LGBT, di cui voi avete parlato, ma anche delle minoranze religiose, con il beneplacito del patriarca ortodosso russo. Il video che le allego le dimostra chiaramente a quali torture sono esposti i miei fratelli e sorelle in fede, ormai dal 2017. È un video di dominio pubblico, che potete trovare sul nostro sito internet jw.org. Spero vorrete parlarne prossimamente, affinché tutti capiscano fino a che punto il governo russo sta calpestando i diritti umani, figuriamoci cosa è in grado di fare in questa tragica guerra che si è trasformata nel massacro di innocenti, bambini compresi, purtroppo come tutte le guerre. E ciò non toglie che le armi purtroppo uccidono da ambo le parti, infatti la mia coscienza mi impedisce di partecipare a qualsivoglia guerra o uso di armi, ma non posso neppure negare gli evidenti massacri e torture compiuti dall’esercito russo in terra Ucraina, dove ho amici che non riesco più a contattare.
    I più cordiali saluti
    Gabriella Cappellotti

    "Mi piace"

Rispondi a Marco Giuseppe Toma Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...