Articoli

Polemica sull’immigrato che vorrebbe uccidere Salvini. Vauro: “È strumentalizzazione”

Ma chi l’ammazza?

di Vauro Senesi
MICHELESANTORO.IT

Nella ultima puntata di Quarta Repubblica è stato mostrato un servizio dove, a telecamera nascosta, si chiedeva ad alcuni immigrati di colore cosa pensassero di Salvini. Non penso sia un risultato incredibile che il loro giudizio sull’operato del ministro non sia stato proprio entusiastico.

Uno di questi, condannando il gesto criminale di Sy, l’autista dello scuolabus di Crema, ha detto: “Non potrei mai fare una cosa del genere, sequestrare bambini che non hanno colpa, se dovessi uccidere qualcuno ucciderei Salvini o qualcuno di responsabile”. Intendendo chiaramente che un’azione contro innocenti è tanto più assurda e criminale. “Se dovessi”, non ha detto “voglio uccidere Salvini” né “si deve uccidere Salvini”. Il senso inequivocabile è: non prendetevela contro chi non ha nessuna responsabilità.

Se ne è voluto artatamente deformare il significato trasformando le parole che condannavano i fatti di Crema in una incitazione all’omicidio se non addirittura in una intenzione dichiarata.

Il sottoscritto ha tentato di restituire alla frase il senso che aveva spiegando queste semplici cose. Ma subito è scattata l’accusa di complicità con questo “potenziale assassino” condita da strilli di indignazione e puntualmente dal solito Tweet di Salvini “…Questo signore non è normale”. Per chiarire: il signore in questione sono io, non il ministro.

Vauro


Leggi anche: Caso Vauro-Battisti? Storia di uno scambio di vignettisti
Fonte: ↗️ Leggi la notizia su michelesantoro.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...