Articoli

ALL’ARMI SIAM BUONISTI, di Michele Santoro

ALL’ARMI SIAM BUONISTI — di Michele Santoro

12 aprile 2022

Chiunque rivolga sulla guerra una obiezione al governo, all’Europa, alla Nato, agli americani o a Zelensky viene immediatamente definito putiniano. Ovvero un nemico. Al momento non può ricevere compensi o condurre trasmissioni televisive della Rai e deve essere insultato quando esprime le sue opinioni. Poi si vedrà. Massimo Gramellini, al contrario, ha guadagnato il diritto di esprimersi in piena libertà sui giornali per cui lavora e nel Servizio Pubblico. È indiscutibilmente bravo e anche molto buono. Come Fabio Fazio. Tutti e due amano i bambini, piangono per i civili dilaniati dalle bombe e invocano l’arrivo dei nostri per salvare l’Ucraina dal mostro aggressore. Le armi degli americani, della Nato, degli europei e degli italiani sono, infatti, buone, difensive, senza effetti collaterali e chirurgiche nell’abbattere solo i cattivi.
Fazio e Gramellini adorano Gino Strada, che celebrano in continuazione, pensano di conseguenza che il fondatore di Emergency avrebbe condiviso certi loro lodevoli sentimenti umanitari. Chi non li condivide è il Presidente dell’Anpi, “Associazione Nazionale Putiniani Italiani”. Ricorda sul manifesto per il 25 Aprile che per la nostra Costituzione “L’Italia ripudia la Guerra”, dimenticando di aggiungere “come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli”. Giacché c’era, Gramellini poteva completare l’articolo 11 con la frase “e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”. Un dettaglio per chi sceglie la scomoda compagnia di Draghi, Letta e la Meloni invece che quella comodissima di Putin. Il fatto è che sono così pochi i putiniani che manganellarli con le parole appare una attività poco adatta a soddisfare gli aneliti eroici di Gramellini, Fazio, Riotta e di quanti affollano l’album dei buoni. Non li esorto certo a andare a combattere. Mi basterebbe che elencassero cosa ritengono necessario per la difesa dell’Ucraina. Fornire Aerei? Missili? Bombardare Mosca? O dobbiamo semplicemente limitarci a seguire il loro esempio e continuare a sparare cazzate e basta?

MICHELE SANTORO
12 aprile 2022 – FONTE

TUTTE LE ULTIME VIGNETTE DI VAURO 👇

Ultimi articoli pubblicati

1 risposta »

  1. Chiunque rivolga un obiezione alla guerra di Putin, all’ invasione di Putin ai massacri di Putin, ai missili balistici nucleari di Putin a Kaliningrad, alle batterie di missili Iksander alla batterie multiple semoventi dei micidiali lanciamissili Grad, chiunque pubblichi le notifiche di Ansa, di Agi, di pagella politica, di Facta , di Amnesty international, di Invicta Palestina; chiunque pubblichi le foto cruente delle vittime delle varie stragi russe, chiunque dica che il blogger ucraino é stato condannato perché faceva parte del potentissimo sistema di disinformazione russo e perché da almeno otto anni diffondeva falsità (cosa comprovata dall”OCSE, dall’ indagine della commissione ONU; chiunque che la vignetta di Biani del “faremo come voi” é oscena, é un insulto alle donne afghane, chiunque ricordi le invasioni sovietiche (o colpi di Stato) dell’ Ungheria, della Cecoslovacchia, dell’ Afghanistan (che addirittura viene negata), chiunque ricordi la deportazione dei Tatari di Crimea, chiunque ricordi l’ Holomodor e contemporaneamente il massacro di Babi yar e le fosse di Kathin e contemporaneamente Mauthausen- Gozen e i vari massacri compiuti dai nazisti, chiunque dica che il manifesto dell’ Anpi é di inarrivabile ipocrisia e un insulto ai veri partigiani come mio padre viene definito un GUERRAFONDAIO AL SOLDO DELLA NATO.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...