Articoli

A Roma con Cecilia Strada – Mercoledì 29 novembre 2017 ore 18,00 – LaFeltrinelli Libri e Musica

MERCOLEDÌ 29 NOVEMBRE 2017 DALLE ORE 18:00
DOVE: ROMA, La Feltrinelli Libri e Musica, Galleria Alberto Sordi 33

Cecilia Strada ha preso una posizione forte sui giornali e in televisione sulle vittime dell’immigrazione, difendendo a spada tratta il lavoro delle ONG, smontando le notizie false e denunciando le mancanze del governo. In La guerra tra noi (Rizzoli) racconta alcune storie esemplari vissute da lei in prima persona per spiegare attraverso di esse come stanno davvero le cose in Italia. Il rischio, fortissimo, è quello di una subdola guerra tra poveri in cui perdiamo tutti. Intervengono Vauro e Marco Cattaneo.

“Sul molo c’è un uomo in pantaloni scuri, panciotto e cravattino. Ci corre incontro sorridendo. È molto orgoglioso del suo completo elegante. Ha tre anni, forse quattro.” Prima di sbarcare, in Sicilia, insieme ad altre trecento persone, si è cambiato d’abito. Lo fanno in tanti, racconta Cecilia Strada: si mettono il vestito buono “per presentarsi nel modo migliore alla fine del viaggio, al Paese che li accoglie.” Facce come questa l’autrice però le ha già incontrate “a casa loro”, in Afghanistan, in Sudan, in Iraq; ha visto troppe ferite per non immaginare il peggio dietro gli occhi persi nel vuoto di donne e uomini sopravvissuti a malapena sulle navi di soccorso. Tutta l’informazione parla di emergenza migranti, ma a che serve dare la colpa del nostro impoverimento a chi fugge dalle bombe o dalla miseria? Dalla lunga estate del G8 di Genova e delle Torri gemelle sono passati oltre quindici anni di guerra. Oggi guardiamo a Parigi, a Londra, a Barcellona, e siamo tutti più terrorizzati, nonostante l’impegno e i soldi investiti per la nostra sicurezza. Che cosa è andato storto? Cecilia Strada cerca le risposte nelle storie che lei stessa ha vissuto in prima in persona. Ne uccide più… LEGGI TUTTO (scheda libro)

Fonte

Annunci

1 risposta »

  1. Ma c’è chi può essere interessato alle coglionaggini che partorisce questo “”scarabocchiante-comunista imperterrito””?!?! Certo che la cultura in Italia è proprio ai minimi termini !!!!!!!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...