Articoli

Addio è morto VAURO SENESI – bufale.net


di Claudio Michelizza – 26 novembre 2014

Il corpo del noto vignettista sarebbe stato ritrovato nella toilette di una sala convegni dove, nella giornata di ieri, stava tenendo un saggio sulla creazione di vignette di satira, incentrato particolarmente sui disegni che creano scandalo, così forti da procurare a volte conseguenze legali. A dare l’allarme lo stesso pubblico partecipante al suo saggio, rimasto colpito da una scena piuttosto raccapricciante: un uomo in abito talare e totalmente sporco di sangue, si allontanava velocemente dalla stessa toilette nella quale si era visto recarsi il vignettista durante una pausa. Il prete farneticava frasi sconnesse riguardo “la punizione divina che ogni blasfemo merita, che deve cominciare dalla terra con l’aiuto di un emissario del Signore, l’angelo vendicatore”. A seguito di un rapido intervento delle forze dell’ordine già presenti sul posto per contenere una folla inferocita che protestava all’esterno dell’edificio contro il vignettista, il responsabile è stato immediatamente identificato e sottoposto agli arresti: si tratterebbe di Don Ermano Mailiqonos, sacerdote portoghese recentemente scomunicato dal Vaticano, per aver organizzato diverse azioni di protesta contro svariati personaggi di estrema sinistra, sfociate in violenza, in tutta Europa. Anche in questo caso è stato ritenuto l’organizzatore della protesta anti-satira che si stava tenendo dinnanzi alla sala convegni. La dinamica dell’omicidio è piuttosto chiara, grazie alla confessione dello stesso ex prelato: i due avrebbero litigato sulla questione della satira blasfema, argomento trattato spesso dal vignettista. Don Ermano avrebbe quindi colpito ripetutamente alla nuca Vauro con la base di un grosso crocifisso in ottone, fino a sfondargli il cranio. La scena del delitto è stata posta al vaglio della scientifica e parecchi particolari inquietanti sarebbero emersi, tra cui il rinvenimento di parti di materia grigia sparpagliate ovunque.

È una BUFALA, una delle classiche MORTI FAMOSE combinate con Banner, che ormai quotidianamente girano sui canali Social. Nonostante molti blog “satirici” hanno in fondo al sito frasi del tipo “tutto quello che è scritto qui dentro è falso”, il tutto avviene per ottenere incassi dai circuiti come Google Adsense e non per satira o esperimento sociale.

FONTE: BUFALE.NET

Annunci

2 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...