M5S, anno nuovo slogan nuovo

20170107fqsloganm5s

Il Fatto Quotidiano, 07.01.2017 ~ M5S, anno nuovo… slogan nuovo!

Annunci

2 Comments Add yours

  1. Oompa Radar ha detto:

    La mia prof di lettere al liceo lo chiamava sempre “istinto pecorile dell’umanità”; W.Bion, pioniere della psicoterapia di gruppo, ha elaborato dei modelli descrittivi dei processi gruppali, distinguendo gruppi che funzionano in “assunto di base” (cioè, come si dice, “con la pancia”, e che si attivano con un “Messia” che li guida) e gruppi in modalità “gruppo di lavoro”, che usano il cervello razionalmente e hanno responsabilità adulte e contatto con la realtà. Ogni movimento politico può stimolare entrambe le modalità. A parte tutto, però, la realtà di fatto è la corruzione dei partiti tradizionali, toccabile, visibile e concreta, che dissangua gli Italiani da decenni. Per cui concittadini, che siate grillini, pidduini o berluschini, alfaniani o venusiani, astenenti o protestanti, che lavoriate in “ASSUNTO DI BASE” o in “GRUPPO DI LAVORO”, attenti a non diventare pecore, né struzzi: controllate sempre chi è al potere, documentatevi, fate le pulci a tutto. E pensate con la vostra testa e giudicate con il vostro codice morale, se lo avete.

    Mi piace

    1. Claudio ha detto:

      Gentile Radar, la sua trattazione sui modelli descrittivi dei processi “gruppali” (di gruppo? Ndr) è molto interessante. Specialmante quando conclude “la realtà di fatto è la corruzione dei partiti tradizionali, toccabile (tangibile, ndr), visibile e concreta, che dissangua gli Italiani da decenni”, in cui dimostra in maniera lampante la Sua modalità in “assunto di base”. Infatti considera come un dato di fatto innegabile la “corruzione” dei partiti “tradizionali”. Tutti. Indistintamente. E quali sarebbero questi “partiti tradizionali”? Ovviamente tutti, tranne forse l’unico che furbescamente si fa chiamare “movimento”? Ed è sicura che sia solo questa “corruzione” dei partiti “tradizionali” che dissangua gli Italiani da decenni? Non sarà anche l’evasione fiscale che sottrae 100 miliardi all’anno alle casse dello stato e di cui sono colpevoli la maggior parte dei cittadini (chi più chi meno, in maniera attiva o passiva)?
      Comunque sono d’accordo con lei sulla necessità di controllare sempre chi è al potere (della nazione o di un partito) e di pensare con la propria testa, e non con quella del Messia di turno che cerca di convincerci che i colpevoli di tutto sono sempre “gli altri” che ci “dissanguano”. In altre parole, passiamo in modalità “gruppo di lavoro”. Se possibile.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...